IL CASO

Salerno, picchia ripetutamente la madre: in manette 50enne

L'arresto è avvenuto anche grazia al protocollo EVA per la salvaguardia delle fasce deboli

SALERNO - Gli agenti della Polizia di Stato della Sezione Volanti hanno arrestato un uomo per maltrattamenti in famiglia verso l’anziana madre. Gli operatori sono intervenuti, in un appartamento del centro cittadino, a seguito di segnalazione, pervenuta al numero unico d’emergenza 112, per maltrattamenti in famiglia.

Giunti sul posto, nell’androne dello stabile, gli agenti hanno prestato soccorso ad un’anziana, che, in evidente stato di agitazione, aveva poco prima litigato violentemente con il proprio figlio, C.I.D. di anni 50, con alcuni specifici precedenti per violenze. Alla base del litigio vi sarebbe il comportamento frequentemente violento da parte del figlio, che probabilmente alterato dall’assunzione di alcolici, sarebbe solito maltrattarla psicologicamente e fisicamente.

I poliziotti hanno rintracciato l’uomo nell’immediatezza dei fatti, ed, accertata la veridicità della segnalazione e la dinamica dell’episodio, grazie anche al protocollo E.V.A., sistema automatico di attivazione delle procedure di intervento proprio nei casi di ripetute segnalazioni di violenze verso le  “fasce deboli”, lo hanno arrestato in flagranza per il reato di maltrattamenti in famiglia. L’Autorità Giudiziaria ha disposto la traduzione dell’arrestato presso la casa circondariale di Salerno