L'OPERAZIONE

Salerno, maxi sequestro di pomodori secchi finti "made in Italy"

Oltre 15mila chili di prodotti, provenineti dalla Tunisia, arrecavano sull'etichetta l'immagine del Tricolore

SALERNO - Maxi sequestro da parte dei funzionari dell'Agenzia Dogane e Monopoli di Salerno, di 2.540 cartoni contenenti pomodori secchi di origine e provenienza Tunisia, per un totale di 15.700 chili. Sulle confezioni trovate all'interno del porto commerciale, era riportata l'immagine della bandiera italiana tale da ingannare il consumatore finale sulla reale origine e provenienza della merce, perché priva di qualsiasi indicazione sul produttore/esportatore. L'importatore, sperando di indurre in errore i funzionari preposti al controllo, aveva depositato una relazione tecnica attestante che la merce importata era etichettata regolarmente con l'indicazione di origine extra unione europea. La merce era destinata a una nota azienda campana e i responsabili sono stati denunciati all'autorità giudiziaria.