IL FATTO

Salerno, insulta giudice e aggredisce carabiniere: in manette

Arrestato un 45enne che ha creato scompiglio alla Cittadella giudiziaria

SALERNO - E' finito in carcere con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale e oltraggio a magistrato in udienza un 45enne palermitano residente ad Eboli che questa mattina ha creato scompiglio all'interno della Cittadella Giudiziaria di Salerno. L'uomo, durante un'udienza presieduta dal got Cesarina Anzalone e nella quale era imputata la compagna, ha dato in escandescenza.

In prima battuta ha iniziato a inveire a gran voce contro il magistrato, a suo dire dichiarandolo in stato di arresto per frode processuale. Poi si è scagliato contro i carabinieri che erano intervenuti per contenerlo: un militare ha subito un trauma distrattivo alla cuffia dei rotatori destra, con una prognosi giudicata guaribile in 15 giorni. Pertanto l'uomo, ritenuto responsabile di resistenza a pubblico ufficiale e oltraggio a magistrato in udienza, è stato tratto in arresto e, su disposizione del pm Roberto Penna, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Salerno.