IL GIALLO

Salerno, giallo a Torrione: la verità da una lettera

Il mistero della morte di Maria Ronca: omicidio o suicidio mascherato?

SALERNO - Ad una svolta il “giallo di Torrione”. C’è attesa per i risultati delle analisi del Ris di Roma sulla lettera lasciata da Maria Ronca, la 53enne trovata cadavere in casa a fine luglio. Sul foglio dove la vittima annuncerebbe il suo suicidio, sono state rilevate delle tracce biologiche. A chi appartenevano? È questa la risposta che dovranno dare gli esperti del reparto investigativo e scientifico della Capitale. Si attende anche il deposito della relazione del medico legale, che eseguì l’autopsia su delega della Procura, dopo che il solo esame della Tac sulla ferita al capo non fu ritenuto sufficiente a sciogliere i dubbi sulla morte della donna. Soprattutto, la relazione del coroner dovrà dire se sono presenti segni di soffocamento nei polmoni. E lo si capirà dall’esame istologico su campioni prelevati dal cadavere.

Massimiliano Lanzotto

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI