IL PUNTO

Salerno e le veline dal Palazzo

Giornalisti lasciati fuori dal Comune

Non sappiamo chi abbia impartito ieri “l’ordine dall’alto” che ha impedito l’ingresso al Comune dei giornalisti in un giorno molto importante: quello della prima riunione di giunta del rieletto sindaco Vincenzo Napoli dopo la bufera giudiziaria che ha investito Palazzo di Città, qualche suo inquilino e i responsabili delle coop sociali. Di questo evento, però, abbiamo una foto spedita da un indirizzo di posta dell’Ente: tutti in posa, primo cittadino con relativi assessori. Una foto che non pubblicheremo perché ha l’indigesto sapore di una “velina”. In quella stanza, infatti, alla fine della riunione, dovevano esserci i giornalisti, i fotoreporter, le telecamere per raccontare ai cittadini, ai lettori quanto era accaduto. Ma purtroppo, per “ordini dall’alto”, non è stato possibile. Abbiamo fatto e ne faremo altrimenti. Perché una porta chiusa non può e non potrà mai fermare l'informazione, anzi... Resta però un dato: si è negato ai salernitani il diritto ad essere informati in un momento così delicato. Palazzo di Città è la casa di tutti, giornalisti compresi. Ecco perché chi ha dato “l’ordine dall’alto” dovrebbe solo vergognarsi .

(*)