L'EMERGENZA

Salerno, Carmine alto: partita persa conto i rifiuti

Inutile l’intervento straordinario degli addetti di Salerno Pulita

SALERNO - I cittadini avevano tirato un sospiro di sollievo quando gli operatori di Salerno Pulita sono arrivati in forze a ripulire la parte alta del rione Carmine. Invece, a distanza di alcuni mesi, la situazione è diventata nuovamente emergenziale. E non tanto - e non solo - perché non è attivo il servizio di pulizia ma anche perché i cittadini ci mettono lo zampino non rispettando le più banali regole di rispetto del decoro urbano. L'emergenza si concentra soprattutto su via Achille Guglielmini dove ai bordi dei marciapiedi e sotto le macchine in sosta si accumulano rifiuti di vario genere: dalle cartacce ai mozziconi ma si trovano anche buste di caramelle e riviste e giornali per tutti i gusti. La zona del Carmine, uno dei quartieri più popolosi della città, è stata trasferita sotto le competenze di Salerno Pulita soltanto qualche mese fa. Il servizio, quindi, è attivo - soprattutto sulle arterie principali - ma la collaborazione dei cittadini ancora non è sufficiente. Al di là delle situazioni emergenziali, dove è chiaro che lo spazzamento non avviene da parecchio tempo, c'è anche l'ulteriore problema di chi sporca dopo l'arrivo degli spazzini, quindi le strade sono destinate - inevitabilmente - a essere degradate per tutto il resto della giornata. Il passaggio delle competenza sulla pulizia delle strade e delle campane del vetro dall'ufficio igiene urbana del Comune alla partecipata ha comportato, tra l'altro anche l'aumento della Tari per alcune categorie del commercio, quindi i cittadini - che si comportano in maniera civile - sono, comunque, indignati e temono una fase nuovamente emergenziale.

Eleonora Tedesco

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI