L’iniziativa

Rifiuti zero, raccolta firme dei “grillini”

Nasce anche a Battipaglia il comitato “Rifiuti Zero” promosso dal Movimento 5 Stelle. Pochi giorni fa, i grillini battipagliesi hanno comunicato l’inizio della raccolta delle firme per presentare la...

Nasce anche a Battipaglia il comitato “Rifiuti Zero” promosso dal Movimento 5 Stelle. Pochi giorni fa, i grillini battipagliesi hanno comunicato l’inizio della raccolta delle firme per presentare la prima legge d’iniziativa popolare nazionale “Rifiuti Zero”. Un’iniziativa alla quale hanno già aderito associazioni e movimenti nazionali e locali impegnati da anni sul fronte della gestione integrata dei rifiuti, affinché questi diventino una risorsa e non qualcosa da distruggere a vario modo.

In molte altre città della provincia di Salerno l'iniziativa è già partita da qualche tempo, ma Battipaglia «assorta nell'osservare i continui incrementi delle tasse locali e gli scandali che hanno distratto l'opinione pubblica, ha completamente dimenticato che il ciclo virtuoso dei rifiuti è quello che, assieme all'energia, può davvero dare una significativa svolta occupazionale anche nella nostra città, anch'essa pesantemente colpita dalla crisi economica».

Al comitato di sostegno per la raccolta firme possono aderire cittadini singoli e associati, movimenti, enti locali, organizzazioni sindacali e partiti politici. La raccolta delle firme per la legge d’iniziativa popolare “Rifiuti Zero” ha avuto già inizio in tutta Italia dopo il deposito del testo di legge presso la Corte di Cassazione e sarà possibile continuare tale raccolta nei successivi sei mesi. Pur essendo necessarie appena 50mila firme affinché la proposta di legge sia affidata ai due rami del Parlamento per la sua discussione, l'impegno è di «raccogliere il massimo numero di firme allo scopo di far prendere coscienza e conoscenza ai cittadini, ma soprattutto agli organi preposti alla gestione del ciclo dei rifiuti, che la strategia “Rifiuti Zero” è l'unica strada percorribile».

©RIPRODUZIONE RISERVATA