IL FATTO

Repubbliche marinare, salta la storica regata

Effetto virus, viene rimandato il palio 2020. Il Comitato sta valutando l’edizione invernale

AMALFI - Rinviata la storica regata delle Antiche Repubbliche Marinare che si sarebbe dovuta svolgere a settembre ad Amalfi. È la decisione presa dal Comitato Generale del Palio delle Antiche Repubbliche Marinare d’Italia, che ha constatato che, ad oggi, non sussistono le condizioni normative e tecniche per preparare e tenere regolarmente l’edizione 2020. La decisione sul rinvio a settembre era stata assunta dai rappresentanti delle città di Amalfi, Pisa, Genova e Venezia lo scorso 6 marzo, appena due giorni prima del lockdown nazionale, ma mai resa pubblica per via degli accadimenti che hanno segnato il mondo nel corso degli ultimi mesi.

Nell’ultima riunione del Comitato Generale, tenutasi in videoconferenza, i rappresentanti delle città hanno comunque espresso l’intenzione di valutare, in base all’andamento della situazione sanitaria, di poter tenere una edizione invernale del Palio in data e luogo da concordarsi. Nella medesima riunione, il Comitato di Genova ha espresso la volontà di poter ospitare l’edizione 2024 nella propria città, anno in cui il capoluogo ligure sarà “Capitale Europea dello Sport”. Una notizia che, seppur giustificata vista la situazione che sta vivendo l’Italia, ha colpito al cuore gli amalfitani. Gli abitanti del paese capofila della Divina, infatti, sono legatissimi all’evento. La manifestazione che generalmente si svolge nel mese di giugno, era stata in un primo momento rinviata a settembre per comprendere quale fosse stata l’evoluzione dell’emergenza sanitaria. Purtroppo, però, secondo il Comitato Generale del Palio allo stato attuale non ci sarebbero le condizione per l’organizzazione e il regolare svolgimento della manifestazione.

(s.s.)