IL CASO

Rapina al “Decò”, fermato il sospettato

Pontecagnano, sulle sue tracce c’erano gli agenti della Mobile che ipotizzano sia l’autore dei colpi a Salerno e Battipaglia

PONTECAGNANO FAIANO -  Colpo al Decò di corso Italia, individuato il rapinatore. Si tratta di un soggetto di Salerno che gli agenti della squadra mobile, diretta dal vicequestore Marcello Castello , stavano monitorando da settimane. La persona fermata, infatti, è sospettata di essere il rapinatore seriale che predilige i supermercati. I poliziotti (all’operazione di ieri hanno partecipato anche i carabinieri della compagnia di Battipaglia, diretta dal maggiore Vitantonio Sisto ) non lo hanno acciuffato in flagranza di reato. Il fermo a quanto è dato sapere - è stato effettuato poco dopo la rapina ai danni del supermercato del centro picentino, avvenuta intorno alle 17.

Il malvivente era armato di pistola, aveva il volto travisato dal casco ed è fuggito in sella ad uno scooter. Nella giornata di ieri i poliziotti hanno lavorato in modo intensivo per raccogliere gli elementi di prova da incrociare che serviranno ad accertare se il malvivente del colpo al Decò è lo stesso che, negli ultimi dieci giorni, sta seminando il panico tra le cassiere dei market salernitani. Un’attività di indagine che richiede i suoi tempi prima di poter formulare un’ipotesi di accusa a carico del sospettato. Il personale della Mobile, infatti, dovrà mettere a confronto le testimonianze delle vittime, verificare le immagini dei sistemi di videosicurezza e ricostruire il percorso del sospettato attraverso il suo cellulare.

Massimiliano Lanzotto