Pugliano, Comune chiude l’accordo su Parco Verdiana

MONTECORVINO PUGLIANO. Via libera alla transazione con con la Cooperativa Stella Maris Scarl, costituita da cittadini danneggiati dai passati episodi di lottizzazione abusiva nella zona di Parco...

MONTECORVINO PUGLIANO. Via libera alla transazione con con la Cooperativa Stella Maris Scarl, costituita da cittadini danneggiati dai passati episodi di lottizzazione abusiva nella zona di Parco Verdiana. L’annuncio è arrivato ieri nel corso della seduta di Consiglio comunale.

I lavori si erano aperti con la nomina del Revisore dei Conti, con le nuove modalità che prevedono l’estrazione del nominativo del revisore da un elenco appositamente formato, tramite sistema informatico con procedura standardizzata da parte della Prefettura e la conseguente nomina da parte del Consiglio Comunale. Revisore unico dei conti per il triennio 2013/2015 è stato così nominato Alessandro Filippone.

Quindi si è passato ad esaminare la relazione semestrale del presidente del collegio dei Guardiani Trust del Comune. Il professor Gregorio Pietro D’Amato ha così aggiornato i presenti sugli ultimi importanti sviluppi dell’azione posta in essere dal Trust in riferimento alla vicenda “Parco Aurora”, ed in particolare alla stipula dell’atto a transizione con la Stella Maris. Le settanta famiglie appartenenti alla coop edilzia «potranno vedere realizzato il loro progetto di vita - si legge nella nota del Comune - con la possibilità di avere una casa»; dall’altro lato l’Ente, che ha ottenuto in prospettiva «un enorme vantaggio economico, sia per la rinuncia a pretese risarcitorie per milioni di euro sia perché potrà riqualificare l’area con il possibile introito di relativo ai nuovi insediamenti urbani».

Quella adottata è «una procedura innovativa – sottolinea il sindaco Domenico Di Giorgio - che ha visto l’Ente impegnato in un percorso virtuoso, qualificato dall’inedita introduzione dell’istituto giuridico del Trust, che ha indirizzato l’azione, nella risoluzione della difficile vicenda».

Roberto Di Giacomo

©RIPRODUZIONE RISERVATA