Provincia tra i banchi Rivoluzione a scuola 

Altri indirizzi sportivi a Salerno, no ai progetti di Pontecagnano

SALERNO . La Provincia approva il dimensionamento della rete scolastica e la programmazione dell’offerta formativa per il 2020-2021. Una proposta che è scaturita dalla riunione degli ambiti territoriali scolastici della provincia di Salerno. Molti i progetti ritenuti favorevoli ma diverse anche le bocciature.
Qui Salerno. Nella città capoluogo di provincia, pollice su per la Direzione didattica “Medaglie d’Oro” relativamente all’attivazione di un percorso di Scuola superiore di primo grado e la trasformazione da Direzione didattica a Istituto comprensivo. E parere favorevole anche per l’istituto d’istruzione superiore “Trani-Moscati” relativamente all’attivazione dell’indirizzo professionale per la gestione delle acque e il risanamento ambientale, per lo scientifico “Da Procida” (per l’attivazione di un liceo sportivo) e per la secondaria di primo grado “Tasso” per una sezione ad indirizzo sportivo. Pollice verso, invece, per il “Focaccia”, che non s’è vista approvata l’attivazione di un liceo scientifico, opzione scienze applicate.
Pontecagnano e picentini. Tra le bocciature eccellenti c’è quella del Comune di Pontecagnano, che aveva chiesto d’istituire un istituto omnicomprensivo. Una richiesta non approvata in quanto il Comune non è in condizione di “conclamato isolamento” com’è invece stabilito dalle linee guida. È stato dato l’ok, invece, al dimensionamento della rete scolastica comunale e all’istituzione di un Liceo scientifico “international Cambridge”. Via libera per l’Ic di Montecorvino Pugliano per il corso di strumento musicale e per il corso d’indirizzo sportivo per l’Ic di Montecorvino Rovella.
Cava de’ Tirreni. Nella città metelliana, via libera all’aggregazione dell’istituto “Filangieri” al “Della Corte-Vanvitelli”. Bandiera rossa, invece, per l’attivazione, presso il “De Filippis-Galdi”, del progetto di curvatura biomedica al Liceo classico.
Agro nocerino sarnese. Parere favorevole, al “Cuomo-Milione”, per un nuovo indirizzo di agricoltura, sviluppo rurale, valorizzazione dei prodotti del territorio e gestione delle risorse forestali e montane. Non approvate le proposte di accorpamento della sede staccata di Siano del “Filangieri” e, per il “Galizia”, la disponibilità dei locali, a titolo gratuito, siti nel comune di Castel S. Giorgio, per ospitare l’indirizzo “Servizi per la sanità e l’assistenza sociale”. Ad Angri via libera alla secondaria di primo grado, Galvani-Opramolla, per l’attivazione di una seconda sezione musicale (con l’aggiunta delle classi strumentali di violino, violoncello, tromba e percussioni) e, per il comprensivo “Smaldone”, per l’attivazione di un indirizzo musicale. Novità anche al “Falco” di Scafati, in cui, dal prossimo anno, nell’offerta formativa, ci sarà anche l’indirizzo sportivo e musicale.
Battipaglia e Eboli. Parere favorevole per l’attivazione di corsi serali (industria, artigianato per made in Italy, manutenzione e assistenza tecnica, enogastronomia ed ospitalità alberghiera, agrario, agroalimentare e agroindustria) presso il “Ferrari”, di un corso antimeridiano ad indirizzo musicale presso il comprensivo “Salvemini” e di un corso serale Afm-secondo livello al “Besta-Gloriosi”. Al comprensivo “Romano” di Eboli l’attivazione, per la secondaria di primo grado, di una sezione ad indirizzo informatico.
Costiera amalfitana. Bocciata la richiesta del Comune di Ravello di attivare un corso, con indirizzo agrario, del “Fortunato” di Angri. Parere favorevole per il “Marini-Gioia”, nella sede di Minori, per l’attivazione di un indirizzo turistico, di percorsi e laboratori post ad indirizzo dell’arte, della musica e della danza e di percorsi e laboratori di carattere educativo. E pollice su, sempre a Minori, per un indirizzo linguistico, al “Rossellini”, e a Ravello per il mantenimento dell’autonomia scolastica. A Vietri sul Mare ok alla manifestazione d’interesse per sede distaccata dell’Iis Marini-Gioia, indirizzo tecnico, economico.
Area sud. A Montecorice approvata la richiesta di mantenimento dell’autonomia scolastica, così come a Campagna; non approvata, invece, l’istanza di Castelcivita di adesione al comprensivo di Roccadaspide, e quella di Palomonte per il trasferimento della sede centrale del comprensivo di Buccino; ritenuta legittima la richiesta di salvaguardia, a Contursi Teme, dello stato di fatto esistente, a S. Pietro al Tanagro la creazione di una scuola media. Parere non favorevole per l’istituto omnicomprensivo a Castellabate, così come per il nautico a Casalvelino. Corso musicale anche per il comprensivo di Ogliastro, mentre a Padula, al Liceo scientifico, ci sarà una sezione ad indirizzo scientifico internazionale. Al “Vico-De Vivo” di Agropoli sarà attivato un indirizzo tecnico - settore tecnologico, mentre a Polla, all’Istituto professionale, un corso ad indirizzo ottico. A Sassano nulla da fare per il Liceo musicale, mentre a Torraca passa la sezione della scuola media. Al “Pisacane” di Sapri, si terranno i corsi serali del professionale carcerario, al “Da Vinci”, sempre a Sapri, il corso per la conduzione mezzi navali, al “Cicerone” di Sala Consilina il percorso di secondo livello indirizzo sistema moda, mentre a Buccino c’è il via libera all’indirizzo musicale al comprensivo e ai corsi serali all’Istituto tecnico tecnologico di Buccino.
Gaetano de Stefano
©RIPRODUZIONE RISERVATA.