LA SENTENZA

Provincia di Salerno, gli “ex” condannati a pagare

L’incarico all’assistente giuridico fu illegittimo per la Corte dei Conti

SALERNO - Quell'incarico all'avvocato Marco Antonio Monaco, come assistente giuridico e amministrativo della Provincia di Salerno, era illegittimo. Lo ha stabilito una sentenze della Prima sezione della Corte dei Conti. Ed ora l'Ente batte cassa. La spesa è di tutto rispetto, ben 72mila euro. Soldi che l'Amministrazione di Palazzo Sant'Agostino intende recuperare. A tale scopo ha dato mandato ai due funzionari Francesco Tedesco e Luigi Tepedino per avviare la procedura di recupero. A pagare saranno funzionari ed assessori ai tempi della presidenza di Angelo Villani. Nel confermare la sentenza di primo grado della Sezione giurisdizionale della Campania, la Corte dei Conti ha condannato a pagare, ognuno per le proprie quote, Antonio Romano e Gennaro Caliendo, Angelo Villani, Maddalena Arcella, Rocco Giuliano, l'attuale sindaco di Capaccio Paestum Francesco Alfieri, Guerrino Terrore, il primo cittadino di Eboli Massimo Cariello, Carmine Cennamo, Pierangelo Cardalese, Pasquale Stanzione e Gianni Iuliano. La più grave delle sanzioni è quella inflitta al funzionario Roberto Casini, che si è visto respingere il proprio appello perché tardivo. Il funzionario dovrà contribuire al ripianamento del danno con 21mila euro.

Massimiliano Lanzotto

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI