IL CASO

Pontecagnano, litoranea e Aversana: imbuti dell’esodo

Domenica bestiale per residenti e operatori. Appello alla Provincia: ponte Asa, traffico da regolare con semafori

PONTECAGNANO FAIANO - Auto ferme anche per un’ora e la strada provinciale “Aversana” diventa inaccessibile per i residenti di Picciola e zone limitrofe. Nell’ultimo weekend il caos traffico del controesodo si trasforma in un incubo per tantissime famiglie impossibilitate ad uscire di casa. Una fila interminabile di auto lambisce le abitazioni che si affacciano lungo l’Aversana. «Una situazione che ci impedisce di uscire dalle nostre caseracconta Marinella Sommese- quest’anno il problema traffico ha raggiunto livelli preoccupanti, specie per quanto concerne l’aspetto della sicurezza. Automobilisti che sorpassano anche in terza fila per evitare la coda, mentre noi residenti siamo costretti a trascorrere a casa il weekend. Negli anni passati il traffico era intenso, ma scorrevole. Ora l’Aversana è diventata un vero inferno».

La situazione si è aggravata per il senso unico di marcia istituito sul ponte Asa lungo la Litoranea. Giunti all’incrocio con via Magellano, le auto provenienti da sud, devono abbandonare la provinciale 175 e svoltare a destra per proseguire il viaggio lungo l’Aversana. Sul ponte Asa vi è il divieto di accesso per gli automobilisti diretti in direzione Salerno. Un tratto che può essere percorso solo in direzione Battipaglia. La soluzione adottata lo scorso aprile dalla Provincia di Salerno non convince i resident. E ora anche gli imprenditori della fascia costiera chiedono che venga rivista la viabilità lungo quella arteria. «Abbiamo avviato contatti con l’amministrazione provinciale per sederci attorno ad un tavolo ed affrontare il problema. Vogliamo che si arrivi ad una soluzione, per la sicurezza di tutti. Pensiamo ad un senso unico alternato regolato da semafori », spiega Antonio Mucciolo dell’associazione “Mistral”. La battaglia accomuna le esigenze di commercianti, balneatori e gestori di strutture ricettive a quelle delle famiglie che vivono in zona. «Il senso unico sul ponte Asa? Domenica scorsa la coda di auto è durata circa cinque ore» continua Marinella Sommese.

Anche i cantieri aperti in località Picciola dalla provincia di Salerno rappresentano un ostacolo per il traffico estivo. Palazzo Sant’Agostino ha annunciato finanziamenti per la messa in sicurezza dell’Aversana. Nel frattempo chi vive e lavora in quei luoghi è già esasperato dal traffico turistico e chiede più sicurezza per i pedoni. Poche aree di ristoro e la scarsa illuminazione si aggiungono al lungo elenco di cose che non vanno. Tutti problemi presenti da tempo e mai risolti. «La viabilità va rivista subito. Non si può restare in queste condizioni per altri due mesi» dicono i cittadini.

Emanuela Anfuso