Il rendering del progetto del Pip nautico nell’area Capitolo San Matteo

PROGETTI E SENTENZE

Pip nautico fermo a Salerno, i giudici del Tar: «Restituite i soldi»

 Accolto il ricorso di una ditta: il Comune dovrà restituire il deposito cauzionale

Il naufragio del progetto del Polo per la cantieristica nautica nell’area di Capitolo San Matteo continua ad avere i suoi pesanti contraccolpi giudiziari. Pochi giorni fa, infatti, il Tar ha dato ragione al ricorso della Nautica Store srl - rappresentata in giudizio dall’avvocato Leopoldo Fiorentino - intimando al Comune di restituire alla società la somma versata all’epoca (37.920 euro) quale deposito cauzionale per poter ottenere uno degli spazi sui cui doveva insediarsi l’azienda. Il Comune, infatti, si era opposto alla restituzione della cifra perché, a suo avviso, tra le ragioni del fallimento del progetto, c’era stato il mancato atto dinanzi al notaio di trasferimento del lotto assegnato da parte delle società interessate. E questo per colpa delle ditte richiedenti. Una ragione che i giudici del Tar hanno bocciato, citando proprio gli atti del Comune.

©RIPRODUZIONE RISERVATA