Picchia la convivente: arrestato 

L’aggressione in un’abitazione di Brignano: la donna pestata davanti alle figlie

Maltrattava la convivente: arrestato un 35enne a Brignano. Nella notte tra martedì e mercoledì scorso, una donna ha chiesto aiuto ai militari dell’Arma affermando di essere stata aggredita dall’uomo che convive con lei, il 35enne D.A. e di essere riuscita a tenerlo chiuso fuori casa. La centrale operativa ha inviato una pattuglia della Sezione radiomobile della compagnia di Salerno presso l’abitazione non molto distante dal cimitero di Brignano. Arrivati sul posto, gli uomini del maggiore Adriano Fabio Castellari hanno bloccato il 35enne che aveva ancora in mano una bottiglia di vino rosso. La convivente era stata aggredita per futili motivi, fra l’altro alla presenza delle figlie minori. Nell’aggressione, la donna aveva riportato una lesione per trauma contusivo facciale escoriativo, come diagnosticato dai medici del pronto soccorso dell’ospedale “Ruggi”, che hanno giudicato la paziente guaribile in sette giorni. D.A. è stato arrestato per i maltrattamenti e poi portato in carcere su disposizione dell’Autorità Giudiziaria. L’immediato intervento dei carabinieri ha assicurato anche che la lite non potesse degenerare.
In questi casi, avvertire subito le forze dell’ordine di un’aggressione in atto è fondamentale per evitare che la vittima possa riportare ulteriori conseguenze, in modo particolare quando ad agire violentemente è una persona in preda ai fumi dell’alcol o all’assunzione di sostanze stupefacenti.
Un’urgenza di segnalazione alle forze di polizia che vale ancor di più in caso di presenza di minori che possono essere loro stessi vittima delle violenze fisiche e certamente lo sono di quelle psicologiche. (s.d.n.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA