POLITICA

Patto elezioni regionali, la Campania ai forzisti

La decisione dopo il vertice Berlusconi-Salvini-Meloni. La Carfagna in corsa

NAPOLI - È già a rischio la candidatura del questore della Camera, Edmondo Cirielli, a presidente della Regione del centrodestra unito, alle prossime elezioni. Un’investitura avvenuta poco più di 15 giorni fa ma adesso sembra essere in bilico. Colpa della spartizione del territorio tra Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia che fa sì che la Campania sia ambita da entrambi. Insomma tra Cirielli e la candidatura ci sono i forzisti, anche perché al partito di Giorgia Meloni dovrebbero toccare Marche e Puglia. Dunque Cirielli, nonostante si sia già calato nel clima di campagna elettorale, nel caso in cui la Campania dovesse essere ad appannaggio dei berlusconiani sarà costretto a fare dietrofront. Del resto le porte all’unità del centrodestra sono aperte: Salvini, Berlusconi e Meloni ad Arcore ed hanno gettato le basi e ora la colazione è un cantiere in piena attività. Tutto è work in progress e le decisioni saranno prese da qui a poco. La posta in palio, d’altronde, è importante e un eventuale successo alle elezioni regionali potrebbe anche aprire le porte ad elezioni politiche anticipate. Proprio per questo motivo si sceglieranno i candidati che daranno più garanzie.

Gaetano de Stefano

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI