Parlamentarie, la sfida dei salernitani 

Oggi e domani il voto on line ma sono già pronti Carla Cioffi, Virtuoso e d’Anna

SALERNO . Oggi e domani dalle 10 alle 21, si terranno le consultazioni online su Rousseau per le “parlamentarie” del Movimento 5 Stelle. Lo annuncia il blog di Beppe Grillo. «Nel caso si creasse, per la grande partecipazione, l’effetto di coda virtuale ai seggi nelle ultime ore che potrebbe causare difficoltà ad accedere al sito – si legge nel post – la scadenza sarà prorogata e sarà possibile votare fino alle 14 di giovedì 18 gennaio. In ogni caso si suggerisce di non aspettare all’ultimo per votare». «Ogni iscritto potrà esprimere tre preferenze per i candidati nel proprio collegio plurinominale alla Camera e tre preferenze per quelli nel proprio collegio plurinominale al Senato. Possono partecipare alle votazioni tutti gli iscritti alla nuova Associazione Movimento 5 Stelle con documento certificato. Gli iscritti da questo momento in poi non potranno più fare modifiche al profilo fino alla fine delle votazioni. Non verranno certificati ulteriori documenti per nuove iscrizioni» spiega il post. Intanto a Salerno alle candidature certe degli uscenti, il senatore Andrea Cioffi e il deputato Angelo Tofalo sfidano il voto on line per i collegi plurinominali, trab gli altri, anche Francesco Virtuoso; Oreste Agosto; Salvatore Milione; Mario Furno; Livio Scirocco; Giuseppe Buono; Fabio Paolucci e nelle ultime ore, si annunciano con due lunghi post anche Carla Cioffi e Renato d’Anna.
«Mi sono candidata alle parlamentarie on line del m5s in considerazione del mio impegno sociale che ha sempre contraddistinto il mio percorso di vita – scrive Carla Cioffi su Facebook – se a venti anni mi imbarcavo sulle navi di Greenpeace forte dei miei ideali ambientalisti a quaranta ho messo al centro del mio impegno gli ideali umanitari ed ho potuto dare il mio contributo nel Mar Mediterraneo per salvare quanti scappano da fame, guerre e diritti violati». Per d’Anna invece «l’impegno con il movimento e altre associazioni teso ad arginare il fenomeno deluchiano e restituire dignità alla nostra città oltre che alla Regione. Ho provato a dare il mio contributo nella questione Fonderie Pisano, combattuto lo sventramento di piazza Alario e piazza Cavour, contrastato “l’egomostro Cessent” e lo sfondamento di una montagna per avere il viale monumentale dopo porta Ovest». (c.p.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA.