IL CASO

Ospedale di Battipaglia, Pronto Soccorso “fuorilegge”

Per i carabinieri del Nas «non c’è l’autorizzazione all’esercizio sanitario»

BATTIPAGLIA - «Non è in possesso dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività sanitaria». Lo scrivono i carabinieri del Nas, il Nucleo antisofisticazioni e sanità dell’Arma, ma non alludono, come si potrebbe pensare, ad uno studiolo medico abusivo: si riferiscono al Pronto soccorso dell’ospedale “Santa Maria della Speranza” di Battipaglia.

La visita del Nas. Ieri mattina, i militari del Nas di Salerno, diretti dal maggiore Vincenzo Ferrara, hanno visitato l’Unità di Pronto soccorso dell’ospedale cittadino. Sono arrivati alle 10 in punto a via Fiorignano. Ed hanno trascorso un’ora e trenta tra le mura dell’ospedale alle porte della Piana, per un’attività d’ispezione in compagnia di Silvia Presta, una dirigente medica della direzione sanitaria del “Santa Maria della Speranza”.

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI