LE STATISTICHE

Non è un paese per giovani, così la Campania si svuota

Dati Istat e Eurostat: nel 2050 in regione tra i 300 e i 900mila abitanti in meno

NAPOLI - Noi stessi siamo già nel futuro, perché la Campania diminuisce da anni. Ma non abbiamo visto ancora niente. Se vogliamo credere alle proiezioni statistiche, la spirale calante proseguirà almeno per una o due generazioni. Già nel 2050 la popolazione regionale sarà vistosamente scemata. Variano le quantità (circa 300mila residenti secondo Eurostat, da 500mila a 900mila per l’Istat), ma tutte le elaborazioni segnalano una costante riduzione della gente che un tempo era “felix”. La tendenza sembra duratura. In 45 anni, cioè entro il 2065, la sottrazione arriverà fino a 900mila o addirittura 1,9 milioni. Quello sarà (sarebbe) il punto profondo di un cammino avviato.

Alfonso Schiavino

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI