IL CASO

Nave attraccata a Salerno bandita dai porti europei

Un cargo che trasportava legname proveniente dalla Russia

La Capitaneria di Porto di Salerno bandisce una nave moldava dai porti europei.

I militari salernitani erano stati raggiunti, lo scorso 29 marzo da una nota di agitazione a firma di tutto l’equipaggio di una nave battente Bandiera della Repubblica di Moldavia con un carico di legname proveniente dalla Russia, nella quale si denunciava il mancato pagamento da parte dell’armatore delle spettanze salariali previste da contratto, dichiarando lo stato di sciopero ed il conseguente blocco delle operazioni commerciali.

Per verificare la veridicità di quanto scritto nel comunicato, gli ispettori della Guardia Costiera hanno effettuato un sopralluogo, riscontrando, tra l’altro, una serie di gravi violazioni alle norme internazionali in materia di sicurezza della navigazione tali da determinare il fermo della nave in porto.

Solo nella giornata di ieri, tutte le maggiori deficienze relative alla sicurezza della navigazione sono state eliminate così come è stato constatato l’avvenuto pagamento da parte dell’armatore di ogni spettanza salariale all'equipaggio, il quale, revocando il proprio stato di sciopero, ha consentito l’avvio delle operazioni commerciali di sbarco del carico a bordo.

I Militari hanno notificato all'equipaggio, alla società armatrice ed allo stato di bandiera un provvedimento di bando della nave dai porti ricadenti nella Regione del Memorandum of Understanding di Parigi per un periodo di tre mesi.