IL CASO

Napoli, usurai pretendevano le card del reddito di cittadinanza come pagamento

La donna a capo della banda è finita ai domiciliari

NAPOLI – Usurai si fanno consegnare le card del reddito di cittadinanza dalle loro vittime. La Guardia di Finanza di Torre Annunziata ha eseguito una serie di misure cautelari a carico di quattro persone, una donna residente a Brusciano, ritenuta la “dominus” dell’organizzazione, il marito, la figlia ed il genero, con l’accusa di estorsione usura. Le indagini sono partite dopo la denuncia di una coppia che, una volta ottenuto un prestito, si è vista applicare un tasso di interesse superiore al 340% annuo.

La restituzione delle somme non avveniva solo in contanti ma i quattro avrebbero preteso anche la cessione delle PostePay rilasciate dall’Inps per la fruizione del reddito di cittadinanza, a cui la coppia aveva avuto accesso a causa delle gravi difficoltà economiche in cui versavano. In caso di mancata restituzione delle “rate” gli arrestati in più occasioni avrebbero pesantemente minacciato ed offeso le loro vittime.

La donna a capo della banda di usurai e finita ai domiciliari mentre è scattato il divieto di dimora ed obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria nei confronti del marito, della figlia e del genero.