IL FATTO

Napoli, si dichiara povero e chiede aiuti Covid ma gli sequestrano 15 milioni

Imprenditore, residente a Saronno, aveva 72 fabbricati,22 terreni e 3 auto

NAPOLI - La Polizia di Stato di Varese ha sequestrato beni per un valore di oltre 15 mln di euro riconducibili a un imprenditore edile originario del Napoletano e residente a Saronno. L'uomo, già condannato per vari reati, ha un debito con l'erario di circa 17 mln. Dichiarava di risiedere in un umile locale interrato, ma gli investigatori hanno accertato che viveva nel lusso. Tra i beni sequestrati,72 fabbricati,22 terreni, 3 auto, 2 delle quali di alta gamma, 30 rapporti bancari/finanziari e molti gioielli e orologi di pregio.