IL FATTO

Movida a Salerno, svelò blitz nei locali: vigile nei guai

Messaggi Whatsapp e sms ai gestori per annunciare l’arrivo del Nas

SALERNO - Avvertì gli amici commercianti e gestori dei locali della movida che avrebbero ricevuto l’indomani il controllo “a sorpresa” da parte dei carabinieri del Nas insieme agli agenti della polizia municipale. Per la “spiata”, l’agente T.M., in servizio al comando di via dei Carrari, è stato trasferito d’ufficio alla centrale operativa nel ruolo di centralinista mentre la procura di Salerno ha ottenuto, in sede di Riesame, l’applicazione della misura cautelare della sospensione dal servizio per sei mesi. Per gli inquirenti c’è il pericolo di recidività. L’agente, infatti, è stato iscritto nel registro degli indagati per l’ipotesi di reato di rivelazione di segreto di ufficio.

Massimiliano Lanzotto

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI