SCUOLA

Meno compiti per le vacanze di Natale, l'annuncio del ministro Bussetti

Nei prossimi giorni firmerà una circolare che verrà inviata ai vari istituti

ROMA - Meno compiti a casa per le vacanze di Natale. Lo ha annunciato il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti che nei prossimi giorni firmerà una circolare che verrà inviata ai vari istituti. Il ministro ha svelato: “Vorrei sensibilizzare il corpo docente e le scuole ad un momento di riposo degli studenti e delle famiglie affinché vengano diminuiti i compiti durante le vacanze natalizie”.

MENO COMPITI A CASA PER LE VACANZE DI NATALE: LE REAZIONI

Naturalmente non si sono fatte attendere le reazioni all’annuncio del ministro Bussetti di assegnare meno compiti a casa per le vacanze di Natale agli studenti italiani. Infatti la parlamentare del Partito Democratico Anna Ascani ha cinguettato su Twitter: "Non mettono un euro su edilizia scolastica, nuove competenze, orientamento, formazione degli insegnanti. Tagliano sull’alternanza scuola-lavoro. Ma in compenso fanno la circolare per diminuire i compiti per le vacanze. Questo governo vuole male alla scuola. Quindi al Paese tutto".

"Vorrei apprezzare il ministro Bussetti per la circolare con cui auspica un minor carico di compiti per gli studenti nel periodo natalizio. Stiamo trasformando la scuola in un itinerario sacrificale per studenti e genitori fin qui senza nemmeno i risultati culturali delle generazioni delle vacanze lunghe". Così Gianfranco Rotondi vice presidente deputati Forza Italia.

"Meno compiti per le vacanze di Natale? E' ovvio che una certa moderazione ed equilibrio debbano esserci da parte dei docenti, per far sì che i ragazzi possano godere appieno delle festività insieme alle famiglie. Tuttavia, ritengo che questa sia una questione che debba esser lasciata all'autonomia delle scuole", ha detto all'agenzia Dire il presidente dell'Associazione nazionale presidi, Antonello Giannelli.

Il ministro dell'Istruzione incontra il Garante per l'infanzia. Poi si rivolge al corpo docente e alle scuole, preannunciando una posizione ufficiale sull'eccesso di carico di lavoro che viene richiesto agli alunni fuori scuola, perché 'in un momento di riposo degli studenti e delle famiglie, vengano diminuiti i compiti durante le vacanze natalizie'. La circolare arriverà dopo i numeri impietosi sul basso investimento degli ultimi Governi italiani, di ogni colore, nel settore della Conoscenza che abbraccia Università, Istruzione e Ricerca". Lo afferma l'Anief in una nota

NATALE 2018, MENO COMPITI A CASA: IL FOCUS

Ma la proposta lanciata dal ministro Bussetti è supportata anche dai numeri che sono stai resi noti da Skuola.net. A gennaio 2018 è emerso che su un campione di 5.000 studenti di scuole medie e superiori, il 52% non aveva fatto compiti durante le vacanze natalizie e solo il 19% era riuscito a completarli tutti. Tra chi era riuscito a portare a termine tutti i compiti, ben il 70% aveva spiegato di aver svolto qualche esercizio persino nei giorni delle feste comandate: Natale, Capodanno e Epifania, mentre una quota simile, il 69%, aveva dovuto rinunciare a partire o a fare gite durante le feste.