I DATI

Locazioni, i nuovi prezzi delle 16 aree di Salerno

Siglata l’intesa, dopo venti anni cambiano le regole per inquilini e proprietari
 

Sindacati di inquilini e rappresentanti dei proprietari di case hanno sottoscritto il nuovo accordo territoriale relativo ai contratti di locazione per la città di Salerno. «Dopo 20 anni - commenta il Segretario provinciale del Sunia, Liborio De Simone - riallineamo i contratti di Salerno al mercato immobiliare con il vantaggio, per gli inquilini, di un canone massimo inferiore del 15% mentre per i proprietari restano le agevolazioni, come per esempio l’abbattimento dell’Imu».
Le sedici aree. Nel dettaglio, per determinare il valore dei canoni di locazione è stato suddiviso il territorio comunale in 16 aree omogenee. In quest’ambito sono state individuate le strade di maggior interesse commerciale dove è possibile la maggiorazione fino al 30%: Lungomare Trieste, Lungomare Tafuri fino a piazza Monsignor Grassi, Lungomare Cristoforo Colombo, Lungomare Marconi, Marina d'Arechi e zone limitrofe (perché considerate di recente insediamento), via Trento, via Posidonia, Corso Garibaldi, via Roma, Corso Vittorio Emanuele, Piazza Sedile di Portanova, via dei Due Principati, piazza XXIV Maggio, via Verdi - Via Wenner (Parco Arbostella), Sala Abbagnano e via Panoramica. Più in generale, per ciascuna delle 16 aree sono stati fissati i valori massimi e quelli minimi del canone mensile rispetto ai metri quadrati, in linea rispetto ai valori correnti di mercato.