olevano sul tusciano

Litigano per il caricabatterie Due profughi in ospedale

OLEVANO SUL TUSCIANO. Violenta lite tra extracomunitari per un caricabatteria di un telefonino. Un cittadino nigeriano, di una ventina di anni, avrebbe litigato con un suo connazionale nel centro di...

OLEVANO SUL TUSCIANO. Violenta lite tra extracomunitari per un caricabatteria di un telefonino. Un cittadino nigeriano, di una ventina di anni, avrebbe litigato con un suo connazionale nel centro di accoglienza del Principe Park Hotel sui monti di Eboli, al confine con Olevano sul Tusciano. Intorno alle 9 di ieri mattina due ospiti della struttura, dopo un acceso scambio di opinioni, sono venuti alle mani.

La lite è stata particolarmente violenta tanto che entrambi sono rimasti contusi e sanguinanti. La lite sarebbe scoppiata a causa di un caricabatterie per il cellulare. Accuse e insulti: poi dalle parole alla violenta rissa il passo è stato breve. Immediatamente sono intervenuti i coordinatori del Centro ed alcuni connazionali che avevano sentito le urla. I presenti sono riusciti a dividere i due litiganti e a placare gli animi prima che la situazione degenerasse in modo irreparabile.

I due si sarebbero calmati solo quando uno dei contendenti sarebbe caduto a terra con il naso rotto e lo zigomo gonfio. Trasportato in ospedale ad Eboli, secondo quanto accertato dai medici del pronto soccorso il giovane avrebbe un trauma allo zigomo di non si sa quale natura; ed una sospetta frattura del setto nasale e forse di altre ossa facciali.

©RIPRODUZIONE RISERVATA