Le “sentinelle” degli antibiotici

Rete di laboratori monitora le resistenze ai medicinali. Il punto in un incontro

Sensibilizzare gli operatori del settore sull’allarme relativo alle resistenze batteriche e favorire l’attuazione di opportune strategie in grado di arginare questo preoccupante fenomeno. Questa la finalità di un incontro di aggiornamento e formazione accreditato Ecm rivolto ai medici di base e specialisti della provincia sud di Salerno, tenutosi nei giorni scorsi negli spazi del “San Francesco Resort” di Agropoli organizzato dal Dipartimento di Microbiologia dell’Università di Milano e dall’Istituto Polidiagnostico Santa Chiara di Agropoli. All’evento sono intervenuti alcuni tra i massimi esperti nazionali della tematica: Roberto Mattina, Direttore della Scuola di Specializzazione Microbiologia e Virologia dell’Università di Milano, Enrico Magliano, Direttore Scientifico Associazione Microbiologi dei Clinici Italiani (Amcli) e Luigi Bonizzi, Direttore del Dipartimento di Scienze Veterinarie e Sanità Pubblica dell’Università di Milano. Dall’incontro è emersa la necessità di una collaborazione tra medici e laboratori di analisi per fornire in tempi rapidi informazioni sull’andamento delle resistenze e adottare le giuste strategie di intervento e della diminuzione, per qualche anno, della prescrizione di quell’antibiotico che ha fatto registrare in un determinato territorio un’impennata delle resistenze. «Sono molto soddisfatta per la buona riuscita dell’incontro con cui abbiamo ribadito il nostro impegno sul tema delle resistenze batteriche, un fenomeno in continuo aumento – ha sottolineato Rosetta Di Buono, titolare dell’Istituto Santa Chiara –. Abbiamo aderito ad una rete di laboratori sentinella che sta partecipando ad uno studio sviluppato in collaborazione con l’Università di Milano per il monitoraggio delle resistenze batteriche sul territorio». L’Istituto Santa Chiara utilizza oltre alle tecniche classiche, strumentazioni cliniche all’avanguardia (sistema Vitek Biomérieux) che consentono un’accurata identificazione batterica e una valutazione delle resistenze grazie anche al sistema intelligente Eucast.

©RIPRODUZIONE RISERVATA