L'INIZIATIVA

Il rap fa diventare cittadini responsabili a Salerno

Trecento bambini delle scuole primarie hanno partecipato al progetto

Un esercito di quasi 300 bimbi delle scuole primarie salernitane ha invaso il Corso per spiegare ai grandi – con la musica rap – che cosa vuol dire rispettare le regole e prendersi cura dell’ambiente con la differenziata e il risparmio energetico e dell’acqua. «Una carta per terra è uno schiaffo alla terra ora che ci penso è un gesto senza senso se riutilizzi i contenitori, no non sei pazzo non stai da fuori. E solamente usando il cervello prova a rendere il mondo più bello”, hanno rappato i piccoli cittadini. E poi: “Sciacqua sciacqua, ma usa poca acqua. Goccia dopo goccia, tu puoi svuotare il mare. Proprio per questo, il tuo gesto può contare”. Rime che i piccoli studenti hanno elaborato nell’ambito del progetto di educazione alla cittadinanza alla legalità e alla sostenibilità, (promosso dagli assessorati all’Istruzione e all’Ambiente) “Io, cittadino modello!”.
Durante l’anno i piccoli studenti si sono cimentati con dei quick rap del “metodo Greenopoli”, dei ritornelli con messaggi legati ai temi del progetto ai quali hanno aggiunto delle strofe di propria creazione, nate dallo studio e dall’approfondimento. Alla fine del percorso, sono scesi in strada e, come ha sottolineato il professor Giovanni De Feo che ha ideato il progetto, «hanno spiegato ai grandi come si fa ad essere cittadini responsabili». Si tratta, spiega il professore dell’Università di Fisciano, «di trasmettere ai più piccoli dei messaggi importanti ma attraverso il gioco e delle forme di comunicazione che restano impresse in mente»
Alla manifestazione, che si conclude oggi al Centro sociale con la premiazione dei migliori rap e di un cittadino modello salernitano, hanno partecipato anche la vicesindaca, Eva Avossa, e la consigliera Sara Petrone. L’assessore Avossa ha sottolineato come «proprio attraverso il gioco si possano formare le generazioni al rispetto e all’amore per la realtà in cui vivono».
Al progetto hanno aderito la Giacomo Costa, la Don Milani, la Govanni Paolo II plesso Alemagna, la Vicinanza e la Barra, tutte con la propria versione di “Una carta per terra”, la Medaglie d’Oro, la Rosa Agazzi e la Giovanni Paolo II Plesso Pirone con “Se passi sulle strisce”, la Cristo Re e la Calcedonia con “Se spegni la luce”. La classe prima classificata girerà con la redazione di Mukko pallino il videoclip ufficiale dello “Sciacquasciaqua rap”; l’audio/video prodotto sarà pubblicato sul sito del metodo Greenopoli.
Eleonora Tedesco
©RIPRODUZIONE RISERVATA