Il Natale nocerino è “cultura e lettura” 

Al via la rassegna letteraria che fino a gennaio coinvolgerà anche scuole e associazioni

È ai blocchi di partenza la programmazione di eventi che il Comune di Nocera Inferiore, guidato dal sindaco Manlio Torquato, proporrà per il periodo delle feste (e anche oltre), intessendo spensieratezza e momenti di riflessione culturale. Questi ultimi saranno affidati a una rassegna di “chicche” librarie, curata da Annamaria Barbato Ricci, “Natale è… cultura e lettura”, che coinvolgerà gli interessi di un pubblico variegato, oltre che le scuole e le associazioni del territorio, fra cui “Giovani d’Oggi”, con il patrocinio morale della Fondazione Carisal e la media partnership del quotidiano “la Città”.
Oggi alle 18, nell’aula comunale, si terrà il primo incontro, con al centro il romanzo “Il ragno e la farfalla”, del giornalista e scrittore Vito Faenza, nel quale la cupezza delle guerre di camorra si stempera in una vicenda di passione e speranza. A presentarlo ci saranno Isaia Sales, sagace studioso dei fenomeni criminali del Mezzogiorno e docente dell’Università “Suor Orsola Benincasa” di Napoli, e il nostro direttore, Antonio Manzo.
Seguiranno altri otto appuntamenti, fra dicembre e gennaio, quasi tutti nell’aula comunale: con il coinvolgimento del liceo “G.B. Vico”, il 7 dicembre, alle 11, sarà presentato il romanzo di Vittorio Mazzone, “La strana malattia di Pasqualino”, un altro testo in cui la speranza è la luce pedagogica che prevale.
L’11 dicembre, alle 18, toccherà al pluripremiato legal thriller di Giuseppe Petrarca, “L’avvoltoio”, per gli amanti del genere noir.
Il 18 dicembre, nella sala Polifunzionale di via Matteotti, alle 18, in collaborazione con l’Ordine degli avvocati sarà presentato un autentico bestseller, “C’eravamo tanto aRmati” di Gian Ettore Gassani, principe del Foro di origini nocerine.
Il 21 dicembre, alle 18, si tornerà nell’aula consiliare con il tuffo nelle bellezze regionali che verrà offerto dal volume fotografico “Campania, meraviglia del creato”, di Giuseppe Ottaiano; stesso luogo e ora anche il 27 dicembre, per la presentazione del romanzo del famoso giornalista Salvatore Testa, “La farmacia dell’anima”.
Nel mese di gennaio, saranno tre gli appuntamenti con gli eventi di “Natale è… cultura e lettura”: il 9, ancora nell’aula consiliare, alle 18, sarà presentata l’antologia pluriautoriale “Un giorno per la memoria”, in collaborazione con Libera, che racconta tante vicende parallele delle vittime della mafia; il 15 gennaio, in Comune, l’appuntamento alle 18 sarà invece con un altro giallo coinvolgente ambientato nelle viscere di Napoli, “La cattiva stella”, scritto da Annavera Viva.
Pirotecnico il finale, ospite Annella Prisco e i suoi “Girasoli al vento”, nel ricordo di suo padre, il Premio Strega Michele Prisco, già allievo negli anni ’30 del liceo nocerino. Il 19 gennaio, alle 11, avrà infine luogo la presentazione del libro, nella Sala polifunzionale, in collaborazione con la scuola, così presente nel vissuto di tanti ex studenti, dell’Agro nocerino e non solo.
«Con la programmazione di questa rassegna – sottolinea l’assessore alle politiche culturali e giovanili, Federica Fortino – abbiamo voluto offrire, oltre ai momenti di svago e di socializzazione, tipici del periodo, anche incontri di spessore per coloro a cui la lettura è l’isola della mente e delle emozioni».(r. c.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA