Il “giallo” di Luana: via da casa per scelta 

Gli inquirenti ipotizzano l’allontanamento volontario della giovane di 31 anni sparita da più di un mese

SAN VALENTINO TORIO. C’è l’ipotesi di un allontanamento volontario da casa per Luana Rainone, la giovane 31 di Sarno ma residente a San Valentino Torio che ha fatto perdere le sue tracce da più di un mese. Un vero e proprio giallo su cui ha acceso i riflettori la Procura della Repubblica di Nocera Inferiore su segnalazione dei carabinieri della stazione valentinese che ha raccolto la denuncia del marito della donna già a poche ore dalla scomparsa, avvenuta il 23 luglio scorso. Gli inquirenti, sin dall’inizio della vicenda, hanno seguito la pista di una scelta volontaria di lasciare la propria abitazione e la famiglia ma, visti i tempi lunghi in cui la giovane originaria di Sarno non ha dato segno di una sua presenza, adesso si battono anche altre tracce. L’ipotesi ancor maggiormente accreditata è stata avanzata già all’avvio delle indagini: Luana Rainone, infatti, negli scorsi mesi avrebbe avuto alcuni problemi personali che l’avevano segnata . Questi elementi sono finiti nel fascicolo d’indagine aperto dalla Procura, insieme alle testimonianze dei suoi familiari e alle “tracce” lasciate dal suo telefono cellulare a poche ore dalla scomparsa dello scorso 23 luglio, a pochi giorni dal suo trentunesimo compleanno.
L’evidenza pubblica della questione, intanto, ha attivato tante persone fra il suo luogo di residenza, San Valentino Torio, e quello d’origine. Eppure, già nelle scorse settimane, si potevano ritrovare alcune tracce della scomparsa della giovane donna. Basta osservare il suo profilo social: sulla pagina personale di Facebook della giovane, infatti, nei commenti delle fotografie pubblicate da Luana Rainone sono presenti i messaggi di alcuni conoscenti che la invitavano a dare un segno della sua presenza: «Luana perché non torni a casa da tua figlia?», la domanda che si legge sui social network che sembra “anticipare” l’appello rilanciato nelle scorse ore dai suoi familiari, dalle forze dell’ordine e dall’autorità giudiziaria nell’attesa che possa essere chiarita una vicenda che al momento appare ancora come un mistero. La speranza, adesso, è che qualche persona possa aver incontrato o visto Luana nel corso dell’ultimo mese così da aiutare i carabinieri ad avere maggiori tracce sul suo destino. (al.mo.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA .