IL FATTO

Frana in Costiera amalfitana: traffico off-limits e rebus sull’apertura

Sei rocciatori all’opera con i droni nel punto franato a Maiori
 

Tempi ancora incerti per la messa in sicurezza del costone roccioso a Maiori, dove nei giorni scorsi si è verificata l’ennesima frana, che ha portato alla chiusura della Statale Amalfitana e, di conseguenza, a nuovi disagi. Sin dalla mattinata di ieri, si sono portati sul posto i rocciatori della ditta incaricata dal Genio Civile, cui tocca il compito di concludere le verifiche sul danno e, quindi, di avviare gli interventi necessari a scongiurare qualsiasi pericolo per chi utilizza l’arteria, prima di renderla nuovamente fruibile. Nel frattempo il Comune valuterà l’opportunità di un’apertura parziale, ma solo nel momento in cui ce ne fossero le condizioni. La squadra di operai, muniti di attrezzi e mezzi, è giunta ieri intorno alle 7 nel punto interessato dalla caduta, da un centinaio di metri di altezza, di un grosso masso sulla carreggiata, staccatosi dalla parete rocciosa. Un incidente che per fortuna non ha coinvolto persone o veicoli, ma che ha indotto l’Anas ad emanare un’ordinanza di chiusura totale, dalle 16 di venerdì, della Statale 163, dal chilometro 37.800 al chilometro 38.200.

Francesco Ienco
©RIPRODUZIONE RISERVATA

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI