pontecagnano faiano

Forum giovani, due liste in corsa

Presentati i candidati alle elezioni fissate per il prossimo 20 giugno

PONTECAGNANO. “Un passo avanti” e “LiberaMente”: queste le due liste in campo alle elezioni per il rinnovo del forum dei Giovani di Pontecagnano Faiano, in programma il 20 giugno. La presentazione ufficiale delle liste è avvenuta nella sala convegni dell’ex tabacchificio Centola.
Leopoldo Arduino è il capolista di Un passo avanti mentre Cosimo Erra è quello di LiberaMente: entrambi, in base al nuovo regolamento del Forum, sono candidati alla carica di coordinatore dell’organismo paracomunale.
Candidati al consiglio Un passo avanti: Pier Donato Rinaldi, Rossella Vaccaro, Giovanni Montemurro, Claudia Corrado, Lucio Blasi, Paolo Marra, Andrea Russo, Damiano Romano, Roberta Romanzi, Pietro Arduino, Ilaria Crisci, Stefano Criscuolo, Michele Petrillo, Donatella Marra.
Candidati al consiglio per LiberaMente: Raffaele Ardovino, Aniello Colonnese, Adolfo Fortunato, Anna Frusciante, Michela Garofalo, Rosaria Longo, Elena Mari, Alessandro Mucciolo, Vincenzo Pisaturo, Alessandra Robustelli, Mario Rosamilia, Giovanni Somma, Emiliano Cavallaro, Gianluca Mele, Michelle Napoli.
Le due liste hanno inoltre presentato il loro programma elettorale: tra gli obiettivi principali di “Un passo avanti” sollecitare l’amministrazione per l’istituzione delle free wi-fi zones; incentivare l’utilizzo di spazi come luogo di studio e aggregazione; integrare con l’apertura in orario serale il servizio di aule studio nella biblioteca civica; realizzare appuntamenti per ragazzi su alimentazione, sport, nuove tecnologie, discriminazione e integrazione. Tante anche le finalità del programma di “LiberaMente”: contribuire alle attività di gestione della biblioteca civica e degli impianti sportivi; creare le condizioni per vivere al meglio Pontecagnano sia attraverso la creazione di una card che garantisca prezzi vantaggiosi presso le attività commerciali cittadine, sia tramite una diretta consultazione della popolazione giovanile.
Marco De Simone
©RIPRODUZIONE RISERVATA