L'INAUGURAZIONE

Fisciano, parco commerciale: 200 posti di lavoro

Apre i battenti “Le Cinque Porte”: previste agevolazioni sulla Tari alle aziende che assumeranno manodopera sul territorio

FISCIANO - Aperto al pubblico il nuovo parco commerciale targato Moccia sul territorio di Fisciano, con l’ipotesi di una ricaduta occupazionale pari a circa 200 posti e chance soprattutto per i lavoratori del posto, in cambio di agevolazioni per le attività. Un’offerta variegata, che include abbigliamento, alimentari, casalinghi, elettronica. Nella mattinata di ieri, c’è stato il taglio del nastro per “Le Cinque Porte”, il progetto realizzato su un’area di 17mila metri quadri distribuiti tra nove medie superfici. Il parco si compone di cinque padiglioni ed è il più grande in provincia di Salerno. Strategica anche la posizione, tra Lancusi e Penta, nei pressi dello svincolo autostradale e in un punto geografico su cui insiste pure il campus universitario. L’obiettivo è intercettare i flussi che provengono non solo dal Nord di Salerno, ma anche dai comuni della provincia di Avellino che confinano a Est. L’inaugurazione è avvenuta alla presenza del primo cittadino di Fisciano, Vincenzo Sessa , e dell’amministrazione comunale, nonché della famiglia Moccia al completo.

«Non è un centro commerciale ma un parco - ha precisato il sindaco Sessa - dove sono distribuite attività di media grandezza anziché piccoli negozi. Un progetto importante che può diventare un volano per la nostra economia. Ci saranno moltissime persone che si fermeranno nella nostra città e sul nostro territorio, che potrà trarne beneficio insieme alle attività. Un altro tassello importante per la nostra amministrazione che ha accompagnato l’apertura del parco. Ringrazio la famiglia Moccia per un’iniziativa che porterà numerosi sbocchi occupazionali». Questo in virtù degli sgravi che negli ultimi anni il Comune di Fisciano ha previsto, nella fattispecie per gli esercizi commerciali che assumono manodopera del posto.

«Abbiamo dato numerose opportunità alle attività appena insediate tramite il nostro sportello lavoro, una misura creata tre anni fa puntualizza il primo cittadino di Fisciano - Potranno usufruire di agevolazioni e sgravi sulla tassa sui rifiuti, in base alle assunzioni che andranno ad effettuare tra i residenti a Fisciano. Continuiamo con le politiche del lavoro puntando sul territorio e sul miglioramento infrastrutturale». Per quanto riguarda la ricaduta occupazionale, ammonta a circa «200 persone che saranno impegnate tra le varie attività per pulizia, gestione e altre mansioni. In questi quattro anni abbiamo cercato di sviluppare sempre di più una zona industriale diventata la più grande della provincia di Salerno per insediamenti. Cercheremo di far crescere la nostra comunità anche dal punto di vista commerciale, pensando all'impatto minore che nei prossimi mesi avrà l’Università per via dell’emergenza virus. Dobbiamo evitare che il territorio ne risenta e investire in risorse, idee e politiche di sviluppo». Il direttore dei lavori del parco commerciale, l’ingegner Leonardo Botta , parla di «un progetto che vede il suo compimento dopo un lungo percorso, che ha conosciuto degli “stop and go”, grazie all’intuizione della famiglia Moccia che ha avuto l'intuizione di fare questo investimento. Prevede la presenza di cinque padiglioni con medie strutture di vendita, esercizi di vicinato e attività ristorative, oltre agli uffici per il supporto alle attività di gestione e manutenzione del parco stesso. Si prova a dare un nuovo tipo di offerta al territorio grazie alla collaborazione di istituzioni rigorose ma molto attente a consentire che, nel rispetto delle norme, le attività possano prendere corpo. Speriamo abbia un grande successo».

Francesco Ienco