Il Municipio di Sant’Arsenio

I BILANCI

Fatture pagate dopo 16 mesi nel Salernitano: maglia nera a Sant’Arsenio

Soltanto quattro Comuni del Vallo di Diano hanno comunicato i dati al ministero dell’Economia

“Non ti pago, anzi ti pago, ma con calma”. Si può sintetizzare così, parafrasando il titolo di una celebre commedia di Eduardo De Filippo, la situazione dei pagamenti delle fatture da parte degli enti pubblici del Vallo di Diano alla luce dei dati raccolti dalMinistero dell’Economia e delle Finanze sui tempi di pagamento delle fatture elettroniche emesse nei loro confronti. Per quanto riguarda il comprensoriovaldianese i dati raccolti dal Ministero sono relativi al 2016 e mettono in evidenza soprattutto un aspetto e cioè che sono soltanto quattro le amministrazioni che hanno comunicato i tempi di pagamento delle fatture elettroniche emesse dai chi ha fornito all’enteprestazioni di diversa natura. I Comuni in questionesono: Atena Lucana, Sant’Arsenio, San Rufo e Sanza e tra questi quello con il tempo medio di pagamento più basso è Sanza con 50 giorni. Inoltre, il piccolo comune del Cervati ha anche il tempo medio di ritardo più basso che ammonta a 20 giorni.

A seguire, per quanto riguarda i tempi di pagamento, troviamo Atena Lucana e San Rufo con 61 giorni. Quello del ritardo, invece, è quasi uguale: 30 giorni per San Rufo e 30 per Atena Lucana. Ultimo in classifica con un distacco abissale rispetto agli altre 3 Comuni è, invece, Sant’Arsenio che ha un tempo medio di pagamento che raggiunge quasi i due anni: nello specifico per il pagamento di una fattura nel 2016 il tempo di attesa sono stati di 484 giorni, ovvero un anno e quattro mesi; leggermente inferiore invece il tempo medio di ritardo che è stato pari a 454 giorni.

Sant’Arsenio ha poi anche la percentuale più bassa di fatture pagate che è pari al 9% che corrisponde a 92.542 euro su un totale di un milione e 129mila euro. Raggiunge, invece, il 23% Atena Lucana (347mila euro su un milione e 563mila euro), San Rufo ha una percentuale del 68% (409mila euro su 665mila euro) ed infine il comune più virtuoso è anche in questo caso Sanza con l’85% che equivale a 910mila euro su un totale di 990mila euro.

Erminio Cioffi

©RIPRODUZIONE RISERVATA