Osvaldo Giannella

LA TRAGEDIA

Ex finanziere muore durante un’immersione: choc a Castellabate

Il corpo del maresciallo Osvaldo Giannella è stato rinvenuto dopo un pomeriggio di ricerche

CASTELLABATE - Tragedia in mare a Castellabate. A perdere la vita, ieri pomeriggio, il 71enne Osvaldo Giannella , ex finanziere in pensione. Era uscito di casa la mattina, Giannella, per andare a fare pesca subacquea in apnea, a largo di Punta Licosa. Quando erano passate diverse ore e la famiglia non aveva più avuto sue notizie, è scattato l’allarme. Così, intorno alle 16, gli uomini della guardia costiera di Agropoli, diretti dal comandanteGiulio Cimmino , con due motovedette, sono partiti alla volta di Punta Licosa. Nel frattempo si è alzato in volo anche un elicottero dei vigili del fuoco, partito dall’aeroporto di Pontecagnano, per sorvolare il tratto di costa cilentano. Sul posto anche il bagnino che nell’area effettua il soccorso nautico costiero, con l’acquascooter. È stato proprio lui a ritrovare il corpo dell’uomo, privo di vita, che galleggiava sull’acqua nei pressi del porticciolo di Punta Licosa. Considerato il pescaggio maggiore, infatti, la motovedetta dei militari non ha la possibilità di avvicinarsi alla costa e alle insenature. Da qui la necessità di far intervenire l’acquascooter, che ha recuperato il cadevere portandolo a riva. Nel frattempo sono stati avvertiti il magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Vallo della Lucania e i carabinieri della locale stazione. È stato disposto l’esame esterno, curato dal medico legale Francesco Lombardo . Non sarebbero stati riscontrati segni di violenza sul corpo del 71enne e si ipotizza che la morte possa essere stata causata da un infarto. Ad ogni modo, il magistrato ha disposto l’esame autoptico, che dovrebbe tenersi nella giornata di oggi. La salma, trasportata all’ospedale di Agropoli, nella mattinata odierna potrebbe essere trasferita al “San Luca” di Vallo della Lucania per l’autopsia. La vittima, ex maresciallo della guardia di finanza in pensione, abitava con la famiglia a San Marco di Castellabate. La morte di Osvaldo Giannella, stimato e rispettato da tutti, ha profondamente scosso la comunità. L’exfinanziere aveva una grande passione per il mare e, anche da pensionato, era solito recarsi al mare dedicandosi per ore alle immersioni. Ma stavolta era trascorso più tempo del solito. I familiari avevano provato a contattarlo al cellulare ripetutamente, ma senza avere risposta. Trascorso l’orario in cui l’ex marescialloera solito rientrare a casa, hanno iniziato apreoccuparsi e dato subito l’allarme, avvertito laguardia costiera. Immediato l’avvio delle ricerche che, però, nel giro di qualche ora, si sono concluse con il tragico epilogo.

Andrea Passaro