l’operazione 

Evade dai domiciliari «Mi servivano le sigarette»

«Volevo comprare le sigarette»: parola di Antonio Nacchio, rapinatore seriale finito di nuovo in manette per evasione dai domiciliari e di nuovo rimesso alla stessa restrizione dopo il processo per...

«Volevo comprare le sigarette»: parola di Antonio Nacchio, rapinatore seriale finito di nuovo in manette per evasione dai domiciliari e di nuovo rimesso alla stessa restrizione dopo il processo per direttissima celebrato al tribunale di Nocera Inferiore. Nacchio era stato arrestato all’alba per evasione dai carabinieri di Pagani, mentre era in giro, colpevolmente, lontano da casa. «Ero andato a comprare le sigarette», aveva spiegato ai militari, provando a giustificarsi. L’uomo a quel punto era stato arrestato in flagranza, subito dopo essere stato controllato in strada, in viale Trieste, a Pagani. Da una rapida verifica, i militari avevano scoperto che l’uomo era sottoposto agli arresti domiciliari per un’indagine precedente, in fase processuale. L’evasione, in questo caso, era stata subito scoperta: l’uomo doveva restare agli arresti domiciliari.
Davanti al giudice monocratico Franco Russo Guarro, che ha presieduto l’udienza per direttissima, Nacchio aveva spiegato le sue ragioni, le stesse già dette ai militari: le sigarette erano alla base della sua uscita. In realtà aveva già violato il regime di domiciliari in precedenza, nel mese di dicembre, ponendo le basi per lo status di evasore recidivo. Al termine del rito, il giudice ha confermato la stessa misura degli arresti domiciliari per l’indagato.
Il quarantottenne di Pagani è sotto processo per le accuse relative a quattro diverse rapine, commesse il 21 febbraio scorso, il 17 e il 23 marzo e infine il 4 maggio, contro una sala scommessa, per due volte, e un bar al centro di Pagani. Le sequenze di colpi erano state ricostruite in diversi mesi d’indagine, portati avanti tra indizi, immagini delle telecamere di sorveglianza ed altri elementi lasciati da Nacchio nel corso delle rapine.
Alfonso T. Guerritore
©RIPRODUZIONE RISERVATA