I DANNI DELLE MAREGGIATE

Erosione, lavori partiti solo a Salerno

Pontecagnano, residenti e albergatori indignati per la chiusura della Litoranea

PONTECAGNANO FAIANO - La chiusura della litoranea per la messa in sicurezza del ponte sul torrente Asa rilancia l’emergenza contro l’erosione della costa. I lavori sono iniziati ma solo nella zona est di Salerno. A Pontecagnano continua l’attesa con i danni e i disagi per i residenti e gli albergatori. Il “Grande Progetto di riqualificazione e ripascimento della costa a Sud di Salerno” resta un’araba fenice. La ditta Rainone si è aggiudicata l’opera. Ma gli interventi sono partiti solo lungo la costa di Salerno, da Pastena sino a Torre Angellara. Il progetto della Provincia «ha subito rallentamenti nel corso degli anni anche per interventi di varia natura, ma siamo in procinto di aggiudicare i lavori del primo lotto che comprende il tratto di Pontecagnano” spiega Giovanni Cannoniero, responsabile della progettazione dell’opera. La spesa prevista è di 70 milioni di euro ed è finanziata con fondi europei, si prefigge di risolvere il problema dell’erosione costiera con l’installazione di barriere soffolte lungo il litorale compreso tra Pontecagnano e Capaccio. I lavori veri e propri dovrebbero partire entro la primavera. «Crediamo nella bontà del progetto perché altrove ha reso possibile e duraturo il ripascimento» continua Cannoniero.

Emanuela Anfuso

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI