roccapiemonte 

Emergenza idrica in città, rubinetti a secco pure il sabato

ROCCAPIEMONTE . Sospesa a Roccapiemonte l’erogazione dell’acqua potabile ogni sabato da mezzanotte alle 5 del giorno successivo. Una decisione presa dal primo cittadino Carmine Pagano che resterà in...

ROCCAPIEMONTE . Sospesa a Roccapiemonte l’erogazione dell’acqua potabile ogni sabato da mezzanotte alle 5 del giorno successivo.
Una decisione presa dal primo cittadino Carmine Pagano che resterà in vigore fino al 31 maggio prossimo. Un provvedimento varato in seguito alle numerose segnalazioni dei cittadini che lamentavano problemi legati al rifornimento dell’acqua pubblica tutte le domeniche. In seguito al calo della disponibilità, il sindaco, oltre ad aver avviato una serie di controlli tecnici, già con una precedente ordinanza aveva previsto la sospensione dell’erogazione dell’acqua potabile nella fascia notturna dalle 23 alle 5 ogni lunedì, mercoledì e venerdì. Disposizione che resterà in vigore fino al termine di questo mese.
Una nuova ordinanza, firmata da Pagano con decorrenza immediata, vieta inoltre l’uso improprio dell’acqua potabile. Dunque su tutto il territorio comunale sarà vietato utilizzare l’acqua potabile per irrorare gli orti, i giardini e i parchi privati, lavare gli autoveicoli e il prelevamento dell’acqua potabile dalle fontane pubbliche se non si tratta di motivi legati all’alimentazione.
È pure proibito l’utilizzo dell’acqua pubblica per riempire le cisterne e i serbatoi delle autovetture attraverso l’uso delle pompe e delle manichette, mentre, i mezzi pubblici e di uso pubblico sono esenti dal provvedimento. «L’auspicio è che la situazione, una volta effettuate le verifiche tecniche, già in corso, possa tornare alla normalità - ha detto il primo cittadino -. L’attenzione al problema della carenza idrica, da parte mia e di tutta l’amministrazione comunale, è massima. Ma fare questi accorgimenti adesso, significa evitare di avere disagi in futuro».
©RIPRODUZIONE RISERVATA .