POLITICA

Elezioni amministrative 2022, in 34 Comuni del Salernitano inizia la corsa al voto

Coinvolti quasi 193mila cittadini. Col quorum “sicuri” 3 nuovi sindaci

SALERNO - Col deposito delle liste è iniziata la corsa verso l’election day del prossimo 12 giugno: nel Salernitano sono chiamati a scegliere il sindaco e a rinnovare il Consiglio comunale 34 comuni, di cui solo 3 superiori ai 15mila abitanti: Agropoli, Mercato San Severino e Nocera Inferiore, dove è previsto l’eventuale ballottaggio il 26 giugno. Sono 31, invece, i Comuni al di sotto dei 15mila abitanti. Complessivamente questa tornata delle amministrative riguarderà quasi 193mila salernitani; la comunità più piccola è quella di Santomenna (473 abitanti), la più grande in assoluto è quella di Nocera Inferiore (46.563 residenti).

I Comuni al voto. Oltre a Nocera inferiore, Agropoli e Mercato San Severino, sono chiamati al voto i Comuni di Acerno, Albanella, Alfano, Bracigliano, Buccino, Buonabitacolo, Camerota, Castel San Giorgio, Centola, Cicerale, Colliano, Giffoni Sei Casali, Laurito, Magliano Vetere, Montecorice, Palomonte, Petina, Piaggine, Pisciotta, Prignano Cilento, Roccapiemonte, Roscigno, Rutino, Sacco, Sant’Arsenio, Santomenna, Sanza, Sapri, Serre, Stella Cilento, Stio.

I primi “eletti” e l’escluso. Il deposito delle liste ha già sancito l’elezione - quorum permettendo - di tre sindaci nei paesi dove si è presentato alle urne un solo candidato. Si tratta dei Comuni di Sant’Arsenio, dove è presente il solo Donato Pica; Buonabitacolo con Giancarlo Guercio; Cicerale con Giorgio Ruggiero. A Castel San Giorgio è saltata invece la candidatura di Vincenzo Petrillo, per carenza di documenti nella presentazione della lista.

Gaetano De Stefano

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI