IL FATTO

Eboli, soffoca per un fagiolo: salvato in corsia

Un pensionato 72enne inizia a boccheggiare, i parenti lo portano in ospedale

EBOLI - Rischia la vita per un fagiolo, un boccone ingerito velocemente, senza masticare. Il fagiolo integro si è incastrato nella trachea. Pomeriggio da incubo per un pensionato di 72 anni. Il paziente è stato salvato dopo un lungo viaggio tra due ospedali, prima a Vallo della Lucania e poi a Eboli. L’intoppo a pranzo. L’uomo stava pranzando. Era a casa con i suoi familiari. Ma qualcosa è andato storto. Mentre mangiava pasta e fagioli, il pensionato ha iniziato a tossire e boccheggiare. Alla tosse si sono aggiunti i conati di vomito. Ma tra tosse e vomito, quel “maledetto” fagiolo non si è spostato. E’ rimasto nella trachea, a ostruire le vie respiratorie. Il 72enne si è sentito male. Tra ansia e apnea, l’uomo ha chiesto ai familiari di essere accompagnato in ospedale.

L'ARTICOLO COMPLETO SUL QUOTIDIANO IN EDICOLA OGGI