IL CASO

Eboli, il Distretto fra file lunghissime e disagi

Ad Acquarita si rilasciano le patenti speciali per tutta la provincia. Gli utenti protestano per i tempi biblici di attesa

EBOLI - “Patenti speciali”, una sola commissione. Tutti ad Eboli. Capita che, nei due giorni settimanali riservati alle visite, al distretto dell’Asl di via San Vito Martire, arrivino fino a 150 patentati per sottoporsi all’esame di idoneità. Ed è inevitabile il caos e la calca, lo stress per l’attesa e la stanchezza. Lo ha sperimentato a sue spese un utente che, pochi giorni fa, dopo un’estenuante attesa, si è sentito male. L’uomo è diventato cianotico sotto gli occhi di un centinaio di persone ed è stato necessario portare il paziente in ospedale, con un trasporto d’urgenza, realizzato in maniera tempestiva dai medici del 118 che hanno la sede proprio al distretto di via Acquarita. L’uomo è giunto rapidamente al pronto soccorso del Maria Santissima Addolorata. Chi per lavoro vive negli uffici di Acquarita, sa bene cosa accade nei due giorni settimanali scelti per le visite degli utenti delle “patenti speciali”. In locali omologati per la presenza contemporanea di molte meno persone, si superano le 100 presenze.

Masismiliano Lanzotto

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI