LA SENTENZA

Droga nelle celle di Fuorni, scatta la prima condanna

Quattro anni di reclusione a Luigi Pastore coinvolto nel blitz della Penitenziaria

SALERNO - Spaccio e violenza nel carcere di Fuorni, Luigi Pastore, detenuto collocato dalle inchieste giudiziarie nella frange salernitana, è stato condannato a 4 anni di carcere. L’imputato, difeso dall'avvocato Luca Vollaro, è stato giudicato con il rito abbreviato dal gup Giovanna Pacifico del tribunale di Salerno. Lo scorso mese di maggio fu raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere insieme al boss Luigi Albergatore, indicato dagli inquirenti come uno dei “capi” del clan Gionta di Torre Annunziata e a Vincenzo Daddio che hanno scelto il rito ordinario.

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI