LE RIFORME

De Luca: «Spesa, sanità, finanze: gestione alla Regione»

Il Governatore presenta al ministro Stefani la proposta di autonomia differenziata

NAPOLI - La Campania è la quarta Regione italiana - la prima del Sud - a presentare al ministro degli Affari Regionali e delle Autonomie, Erika Stefani, la proposta di Autonomia differenziata. Prima della Campania, infatti, lo avevano fatto solo Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. Un “primato”, almeno nel Mezzogiorno, di cui va fiero il presidente Vincenzo De Luca. «Abbiamo chiesto al ministro – evidenzia il governatore – di firmare quanto prima possibile questa ipotesi di accordo. È una proposta che esplicita la linea della Campania sull’autonomia differenziata: rigore amministrativo; riforme concrete che semplificano e non complicano i processi di riforma; sburocratizzazione. Da oggi, alle tre regioni del Nord, si aggiunge la Campania come Regione che ha formalizzato la proposta d’intesa. Di particolare rilievo la posizione della Campania relativa a spesa storica, scuola, sanità, livelli essenziali di prestazione, fondo perequativo. Totale accettazione della sfida dell’efficienza. Difesa rigorosa dell’unità nazionale».

Gaetano de Stefano

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI