L'EMERGENZA EPIDEMIA

Coronavirus, «Regione, numero verde “muto”»

La denuncia di un avvocato in cerca di notizie sulla prenotazione della nonna

SALERNO - Cerca di contattare la Regione Campania per verificare l’iscrizione della nonna nelle liste per la vaccinazione, ma il tentativo va a vuoto per ore. È quanto ha denunciato Luca Dell'Anno, avvocato salernitano incappato in una singolare “disavventura”. Nei giorni scorsi il legale, in attesa che la congiunta di 91 anni venisse chiamata per la somministrazione del siero anti-Covid, ha voluto accertarsi che la procedura di prenotazione fossa andata a buon fine. Per questo motivo ha contattato in primis l’Asl Salerno, venendo “dirottato” al Ruggi (dove è in corso la campagna di immunizzazione degli ultra 80enni). «Io però ho preferito rivolgermi direttamente alla Regione Campania, attraverso il numero verde che è stato attivato sul sito istituzionale ».

Ma le cose non sono andate come previsto. «Ho chiamato intorno alle una, rimanendo per ore in attesa con una musichetta di sottofondo. Ad un certo punto ho dovuto mettere in vivavoce, perché stavo lavorando. Dopo circa tre ore e venti minuti ho chiuso la telefonata. Erano le 16.20. Diciamo che ho dovuto darla vinta a loro». Non nega il disappunto, l’avvocato Dell'Anno, che puntualizza: «Non era mia intenzione fare pressioni, volevo solo essere certo che tutto fosse a posto con la prenotazione. Una situazione molto spiacevole per un cittadino: l’emergenza dura da più di un anno e dovrebbero stare sempre sul “chi va là”. Mi aspettavo un po’ di organizzazione in più, invece siamo ancora al punto che non rispondono al telefono».

(fr.ie.)