LA SENTENZA

Cava de' Tirreni, uccise la moglie Nunzia: 30 anni a Siani

I giudici bocciano il ricorso, condanna definitiva per l’uomo che nel 2018 ammazzò la sua compagna

CAVA DE' TIRRENI - La Corte di Cassazione ha confermato la sentenza di condanna a trent’anni di carcere per Salvatore Siani, colpevole dell’omicidio della moglie Nunzia Maiorano: i giudici hanno dichiarato inammissibile il ricorso presentato dalla difesa, ribadendo la decisione dei giudici di appello che avevano recepito in pieno il primo grado di giudizio. La decisione è arrivata nel pomeriggio di ieri, dopo una camera di consiglio durata alcune ore: poi la sentenza. Si dovrà attendere per il deposito delle motivazioni. La conformità delle decisioni in sede giudiziaria non ammette errori di sorta o valutazioni alternative degli elementi a sostegno dell’imputazione e della responsabilità del marito. Il secondo grado, concluso un anno fa davanti alla Corte d’Assise di Appello per l’uxoricidio, aveva passato al setaccio pure una nuova perizia disposta dai giudici che aveva escluso vizi parziali o totali di mente per l’imputato al momento del delitto: era pienamente cosciente.

Giuseppe Ferrara

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA OGGI