IL FATTO

Cava de' Tirreni, strade sporche: le puliscono i cittadini

Rimpallo di competenze tra gli Enti per le arterie che collegano il centro alle frazioni: bonifica grazie ai volontari

CAVA DE' TIRRENI - CAVA DE’ TIRRENI Comune e Provincia “litigano” sulle competenze e i volontari si sono messi al lavoro per ripulire le strade delle frazioni Alessia, Marini e Arcara da erbacce e micro-frane: i soci dell’associazione culturale Alema, presieduta da Domenico Lambiase , si sono rimboccati le maniche e - armati di pale e tanta buona volontà - hanno provveduto a rimuovere rifiuti, detriti e fogliame che ostruiscono le cunette, le caditoie e le bocche di lupo lungo le strade che percorrono le tre frazioni, fino a raggiungere il bivio all’incrocio tra la frazione Santi Quaranta e Località Tengana.

Un’operazione che i componenti dell’associazione compiono ogni anno, in corrispondenza dei week-end di ottobre, dopo aver ricevuto l’ok dall’ufficio manutenzione della Provincia di Salerno, dal sindaco Vincenzo Servalli , dall’assessore all’ambiente Nunzio Senatore e dall’amministratore unico della società partecipata del Comune, la Metellia Servizi, Giovanni Muio .

Con l’avvicinarsi della stagione invernale, infatti, e in considerazione degli eventi meteorologici estremi, che sempre più frequentemente si verificano negli ultimi anni, e per ovviare ai conflitti e agli storici rimpalli di competenze tra il Comune di Cava de’ Tirreni e la Provincia di Salerno - trattandosi di un’arteria di “spettanza” provinciale l’associazione culturale Alema e i giovani delle comunità locale, come accade da anni, si sono offerti, volontariamente, per la pulizia delle cunette, delle caditoie e delle bocche di lupo adibite al deflusso dell’acqua piovana, oltre alla rimozione delle micro- frane che interessano le strade pubbliche di collegamento tra il centro della città metelliana e le frazioni di Arcara, Alessia e Marini. Così i soci del sodalizio, gli abitanti del luogo e i volontari si sono riuniti, come già hanno fatto in altre occasioni insieme all’assessore Nunzio Senatore, per mettere mano alla pulizia della strada provinciale.

Uno schiaffo, insomma, alla burocrazia che lascia nel degrado queste zone se non fosse per l’impegno di chi ci vive da anni. «Questo è un segno civiltà e di amore per il proprio territorio - ha commentato l’assessore comunale, Nunzio Senatore - . L’auspicio è che la lodevole azione di pulizia svolta dall’associazione Alema sia d’esempio a tutti i cittadini, poiché ogni angolo della nostra amata Cava de’ Tirreni deve essere rispettato, tenuto in maniera decorosa e considerato come se fosse parte della nostra abitazione ».

Giuseppe Ferrara