IL CASO

Cava de' Tirreni: picchia e rapina la compagna: arrestato 48enne

L'uomo ha colpito la malcapitata con uno sgabello di legno e le ha sottratto il telefono

CAVA DE' TIRRENI - Gli Agenti della Polizia di Stato hanno arrestato L. V. 48enne, Cava de’ Tirreni, responsabile di rapina aggravata nei confronti della convivente. In particolare, gli operatori del Commissariato di Cava de’ Tirreni sono intervenuti a tutela di una donna, aggredita con uno sgabello e rapinata del telefono dal compagno, presso un’abitazione del rione Gescal. Gli Agenti hanno rintracciato il violento e ricostruito la dinamica della folle aggressione: la donna aveva chiesto al 48enne spiegazioni su degli ammanchi riscontrati sulle card del Reddito di Cittadinanza di cui la stessa era titolare.

L'uomo infatti, era riuscito a sottrarre la postapay lasciando sul conto pochi spiccioli. Dopo tale richiesta il fermato era andato su tutte le furie, offendendo e picchiando selvaggiamente la donna con pugni alla testa ed al corpo. L'aggredita ha tentato di telefonare al 112 col suo telefono cellulare ma il bruto glielo ha strappato di mano infilandoselo nei pantaloni. Il compagno ha quindi colpito la donna con uno sgabello in legno per poi fuggire.

La vittima è stata soccorsa con autoambulanza e curata presso il pronto soccorso dell’ ospedale di Cava de’ Tirreni. Gli Agenti del Commissariato hanno rintracciato l’uomo e recuperato il telefono della donna. Pertanto L.V. è stato tratto in arresto dalla Polizia di Stato per rapina aggravata e portato presso il carcere di Fuorni.