IL CASO

Cava de'Tirreni, emergenza furti: fermata coppia con "chiavi bulgare"

I particolari strumenti vengono usati per forzare le porte blindate

CAVA DE’TIRRENI – Emergenza furti nelle case, fermati due soggetti in possesso di “chiavi bulgare”. Glia genti del Commissariato di Cava de’Tirreni hanno bloccato un uomo e una donna provenienti dal napoletano mentre percorrevano il centro cittadino a bordo di un’auto nel cui bagagliaio è stata rinvenuta una busta contenente numerose chiavi alterate. I due, all’esito dei controlli, sono risultati entrambi vecchie conoscenze delle forze dell’ordine.

L’uomo con numerosissimi pregiudizi e condanne per detenzione, produzione e spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione, ricettazione, sequestro di persona a scopo di rapina o di estorsione, furto, falsificazione di monete, rapina, porto abusivo e detenzione di armi, mentre a carico della donna sono emersi precedenti per reati contro il patrimonio e spaccio di sostanze stupefacenti.

Il materiale rinvenuto (tra cui 27 chiavi per porte blindate, chiavi di abitazioni e chiavi bulgare) è stato sottoposto a sequestro mentre i fermati sono stati denunciati per possesso ingiustificato di chiavi alterate.