IL FATTO

Caserta, smantellato il traffico di droga dei casalesi

Sono 15 gli arresti in carcere e 2 ai domiciliari

NAPOLI - Diciotto ordinanze sono state notificate questa mattina ad altrettanti indagati ritenuti coinvolti in un'associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti operativa nell'area del Casertano e della provincia di Napoli. Gli indagati, residenti nelle provincie di Napoli, Caserta, Modena e Lucca, tra cui il figlio di un uomo detenuto al regime carcerario del 41 bis, avrebbero agito avvalendosi del nome dei "casalesi" e per agevolare gli Schiavone. Degli indagati, 15 sono stati trasferiti in carcere, due ai domiciliari e su un altro penderà la misura del divieto di dimora. L'operazione, che stata condotta dai carabinieri della compagnia di Casal di Principe (Ce) sulla scorta delle indagini condotte dalla direzione distrettuale antimafia di Napoli. Durante le fasi dell'indagine sono stati sequestrati importanti quantitativi di droga (hashish, marijuana e cocaina) e diverse armi.