IL CASO

Casal Velino, è indagato: stop al comandante Schiavo

Il capo dei vigili urbani interdetto per 1 anno dal servizio per presunti favori a una coop

CASAL VELINO - Nuova tegola giudiziaria sul Comune di Casal Velino: interdetto dall’esercizio di pubblico ufficiale per un anno il responsabile della polizia municipale Giuseppe Schiavo . La misura cautelare è stata firmata dal gip Sergio Marotta del tribunale di Vallo della Lucania in relazione all’inchiesta giudiziaria che ha portato, il mese scorso, alla misura cautelare del divieto di dimora dell’ormai ex sindaco Silvia Pisapia e alla denuncia a piede libero di altre 13 tra funzionari e amministratori comunali. Schiavo è indagato per “corruzione per un atto contrario ai doveri d'ufficio”. In particolare, in concorso con l’ex sindaca ed altri funzionari, avrebbe affidato alla società cooperativa “Marine service”, amministrata da Angela Lista, i servizi portuali, di manutenzione e di raccolta rifiuti. Tutto in violazione alle normative che prevedono l’obbligo della consultazione di almeno cinque operatori di mercato.

Gli amministratori di maggioranza avrebbero ottenuto l’assunzione di personale da loro individuato. Schiavo, stando alle intercettazioni, era un esecutore fedele dell’ex sindaca. Eloquente l’intercettazione captata nell’ufficio del sindaco quando Pisapia chiese al comandante della polizia municipale di emettere una determina straordinaria di affidamento alla cooperativa “Marine Service” per retribuire una donna che aveva effettuato attività lavorative per conto del Comune senza ricevere alcuna retribuzione a causa della mancanza di copertura nel capitolo di spesa. «Comandante, però ti sto dicendo una cosa, adesso c’è da fare un affidamento suppletivo alla cooperativa, tu.. con i rifiuti…”. Il comandante sbotta: “Eh però questa storia deve finire”.

Poi aggiunge. “Lasciami uno spazio ad una cosa che… abbiamo fatta grossa pure”. E la sindaca si difende. “Va bene, comandante! Abbiamo fatto una cosa, ma non è che non la dovevamo fare. Voglio dire purtroppo quello che…”. Le conversazioni ascoltate dagli inquirenti sono tante. Il Tribunale della Libertà ha confermato il divieto di dimora nel comune di Casal Velino per il sindaco Silvia Pisapia. Il suo legale, l’avvocato Felice Lentini aveva presentato istanza al Riesame. Le indagini sono state condotte dal maresciallo Domenico Castiello e dal capitano Mennato Malgieri . L’inchiesta è stata diretta dal procuratore Antonio Ricci e dal sostituto Vincenzo Palumbo .

Vincenzo Rubano